Calendario partenze
 Calendario completo In collaborazione conIl Mulino  Cultura dei territori

Ottobre 2019

Longobardi

Questa piccola stirpe immigrata con la violenza nella penisola nel 568/569 fu capace di occuparne una buona parte fondandovi dominazioni politiche destinate a durare un paio di secoli al Nord e circa cinque al Sud, aprendosi alla cultura romana e cristiana e infine fondendosi con la popolazione autoctona fino a formare una società nuova e dai tratti originali.

L’Appennino bolognese

Nessuno sa quando cominciò. Se furono i Galli, o gli Etruschi o chissà chi. I monti dell’Appennino bolognese: il culto del Dio nebbioso - pioggia e lampo al tempo stesso - e di una dea selvaggia e ribelle, regina dei boschi, protettrice dei pastori e degli schiavi. Nemmeno mille anni di Cristianesimo bastarono a domare questi dei delle forre e delle nebbie. Finché un papa decise che il più grande predicatore del tempo - Leonardo da Porto Maurizio (1676 - 1751), poi diventato santo - dovess ... [continua]

Valtiberina e serali conversazioni sulla storia d’Italia

Riproponiamo anche quest’anno l’appuntamento di fine ottobre, in cui un programma di viaggio di grande interesse si coniuga con conferenze di alto profilo. Ci incontreremo in una delle province più belle dell’Italia centrale, in un paese che ha custodito intatto il proprio volto medievale. Intorno a noi la splendida Val Tiberina, lontana dal Nord Italia e per questo meno visitata dai nostri amici rispetto ad altre regioni. Il programma delle visite è straordinario, indimenticabile per ... [continua]

Pechino specchio della Cina

C’è chi non ama Pechino: può essere. Ma chi non ama Pechino fa fatica ad amare la Cina, chi non comprende Pechino difficilmente comprende la Cina. Nella sua schematicità questa affermazione è quasi irreversibile: non esiste un’altra Cina, più cinese di Pechino. Pechino condensa e dà massima visibilità all'identità stessa della Cina. Pechino: modello e specchio della Cina.

Dicembre 2019

Messico. Popoli della Mesoamerica

A guidare questo viaggio sarà Davide Domenici, americanista, archeologo, insegna Civiltà indigene della Mesoamerica (Un. Bologna). Ha preso parte a ricerche archeologiche a Nazca (Perù), Isola di Pasqua (Cile) e Teotihuacan (Messico); dal 1999 dirige il Progetto Archeologico Rio La Venta (Chiapas, Messico). Tra le sue pubblicazioni: I linguaggi del potere. Arti e propaganda nell’antica Mesoamerica (2005); I Maya (2006); Gli Aztechi (2007).

Kathmandu e Nepal - Rinascita

Il Nepal è uno stato sub-himalayano, frammentato in molteplici identità religiose e linguistiche. E, in realtà, parlare di Nepal come di uno stato unitario significa privilegiarne una lettura recente. Il Nepal fu per molti secoli un regno solo formale: diviso in regni che avevano una loro capitale, un loro bilancio e – talora - un loro esercito. Al di là della leggendaria e per certi versi decisiva nascita del Buddha in Nepal (Lumbini), ben poco della storia antica del paese ha superato ... [continua]

Israele

Viaggio intrigante, complesso, per certi versi difficile. Non è un viaggio in 'Terrasanta' quanto nella provincia di Giudea, prima, e di Siria poi. Ovvero nei luoghi popolati soprattutto dagli ebrei negli anni dell'occupazione romana. Con l'eccezione di alcuni monumenti islamici e di altri tardo antichi, per quanto importantissimi come la basilica del S. Sepolcro, il nostro itinerario si attarda sulle principali rovine archeologiche che possono definirsi ellenistiche e, in alcuni casi, di epo ... [continua]

Sicilia orientale

C’è qualcosa di più in questo itinerario che non la bellezza di Siracusa, “città per nulla inferiore ad Atene”, che anzi Atene osò sfidare in uno scontro tra potenze. C’è la grandezza di un progetto, di un’idea che attraversa i secoli e che accomuna i ritrovamenti più antichi (Pantalica) e le recenti città barocche: il siracusano e il suo entroterra come centro del Mediterraneo, le sue città come capitali. Non è solamente la storia a dirlo, con i ben noti conflitti tra siracus ... [continua]

Febbraio 2020

India: Gujarat e la marcia del sale di Gandhi

Nel 150esimo anniversario della nascita di Gandhi un itinerario sui suoi luoghi e sulle orme della famosa Marcia del Sale. E tanta, tantissima arte, non così conosciuta. Gandhi nacque in Gujarat, a Porbandar, il 2 ottobre 1869. Terra di cultura jain, dunque da secoli molto sensibile all'obbligo dell'uomo di seguire una via armonica con il resto del mondo e delle creature viventi, rifiutando ogni forma di violenza. Jainismo e Buddhismo mai o davvero raramente, nella loro storia, hanno condiviso ... [continua]

Aprile 2020

Vietnam del nord

Sono state necessarie due ispezioni (2014 e 2019) per completare la lettura delle straordinarie risorse paesaggistiche, artistiche e folcloriche di una delle regioni meno note nel mondo. Un grande viaggio nel cuore di una splendida cultura contadina. Paesaggi di lavoro, ma - infine - pura arte anche questa.

Iran

Dal VI secolo prima di Cristo fino ai giorni nostri la storia del Vicino oriente e dell'Europa si è sempre integrata con quella della Persia. Senza la Persia diventa difficile capire qualcosa della nostra cultura antica e moderna. Si pensi alla Bibbia, così densa di elementi di origine persiana; si pensi alla storia della Grecia così legata alla Persia, dal Partenone a Alessandro. E, ancora: si pensi all'idea di impero come potere universale, luogo di composizione dei problemi tra popoli dive ... [continua]

Maggio 2020

Kyoto, Nara, Kobe, Isola Naoshima

Il Giappone non cessa di stupire. Quando uno crede di averlo amato fin troppo e che in definitiva sia - più o meno - come molti altri paesi, il Giappone ti coglie di sorpresa. Ti spiazza. Al ritorno da ogni ispezione (e ormai sono più di una decina), non si sa cosa presentare, cosa dire. Il cammino Yamanobe-no-michi in primo luogo, verrebbe quasi voglia di dire. Perché è sconosciuto, rurale, antico. Costeggia le tombe e i santuari più antichi del Giappone alternando silenzi rurali a grande ... [continua]

Tra Oxus e Issarte. Alle pendici del Pamir

Limitato dai fiumi Amu Darya (Oxus) e Syr Darya (Iassarte) il Tajikistan offre vedute montane mozzafiato sul Pamir e sulle catene dei monti Fann, Zarafshan e Turkestan. Culturalmente parte della Battriana (moderno Afghanistan) e della Sogdiana (Samarcanda), offre visite archeologiche di straordinario spessore (e novità).

Vandea e Poitiers

Un angolo di Francia occidentale, atlantica, poco noto anche ai francesi. Una campagna a volte spettacolare; villaggi curati e amministrati meravigliosamente da secoli; arte romanica a livelli di eccellenza. Poitiers è legata alla storica impresa di Carlo Martello e alla battaglia in cui fermò e quindi respinse gli arabi oltre i Pierenei.

Giugno 2020

Santuari e gole dell'Epiro

Di tutte le Grecie possibili quella dell'Epiro di Ioannina e dei monti del Pindo è la meno nota al pubblico italiano. È un mondo molto vicino all'Italia, quasi attaccato alle Puglie e alla Penisola Salentina, eppure sembra distante mille miglia.

Bauhaus

L’ultimo direttore del Bauhaus, succeduto a Walter Gropius e Hannes Meyer, quando la sede è ormai a Berlino, fu Ludwig Mies van der Rohe. Convocato da funzionari del regime, il padre del minimalismo, si espresse con una frase di poche parole ma capace di riassumere il senso di 14 anni di esperienza didattica, culturale e sociale: «Bauhaus è un’idea, e non ha niente a che vedere con la politica. Guardi la sua scrivania, la sua orribile scrivania. Le piace? Io la butterei dalla finestra”. ... [continua]

Navarra

Regione quasi gemella della Toscana (stessa latitudine di Montalcino), la Navarra ha uno dei paesaggi più conservativi di Spagna. E tradizionali, conservative, sono le sue genti, la tradizione del luogo, il senso di appartenenza. I navarresi sono fieri ma aperti: un giorno a Pamplona, navarrese per sempre.

Galizia

Sebbene la fama di Santiago di Compostela sia universale e ben meritata, la Galizia è assai di più. Anzi: la regione vive quasi ai margini del suo splendido romanico, spesso completamente ignorata dal turismo. Ed è un peccato. Interamente proiettata verso l'Atlantico, verso quel mare che bagna altre terre di origini celtiche (Irlanda, Inghilterra e Bretagna) la Galizia si considera una provincia della grande non-nazione celtica che accomuna larghe parti della Spagna, Francia e dell'arcipela ... [continua]

Etruria

La versione estiva di questo splendido viaggio ruota intorno a due residenze, nel cuore della campagna toscana e laziale, circondate da oliveti e da uno dei più bei paesaggi al mondo. Camere di buon agio, buona cucina e servizi di grande confort - chi vuole potrà godere della piscina - attenderanno i nostri amici al termine di giornate di visite davvero spettacolari.

Pirenei orientali

Un'ispezione completata nel luglio del 2019 ha confermato non solo l'interesse artistico delle mete ma anche il fascino - spesso selvaggio e solitario - dei paesaggi. Stretta tra il mare, i Pirenei e le pianure del Midi, la regione francese dei Pyrénées-Orientales è una delle meno conosciute della Francia.

Luglio 2020

Cork e Kerry - Irlanda

Itinerario particolare, ma di grande fascino. Sole, pioggia, vento, freddo, caldo improvviso: le scogliere delle contee di Cork e Kerry - sulle rive dell'Oceano Atlantico, protese verso l'America - regalano da sempre instabilità climatica, paesaggi mozzafiato, semplicità rurali.

Lago Baikal. Siberia - Russia

Luogo quasi inaccessibile, infinitamente lontano da ogni possibile Oriente, il Lago Baikal è una delle aree naturali più interessanti della Siberia: i suoi paesaggi e la sua fauna ne fanno un luogo molto particolare. Tuttavia, rispetto ad altri posti ugualmente misteriosi - come la penisola di Kamchatka - il Baikal è luogo di residenza di una delle molte tribù mongole - i Buriati - che hanno portato qui il loro sciamanesimo e il lamaismo tibetano.

Agosto 2020

Mongolia

C'è molta cultura e molta storia concentrate in questo paese che è molto di più (e molto più intrigante) dei suoi pur magnifici paesaggi. Itinerario molto bello e importante. L'identificazione della Mongolia con il solo suo aspetto naturale è una di quelle convinzioni sostanzialmente errate che sono dure a morire: certo, volendo si può andare in Mongolia per vedere solo paesaggi, ma... si ha una vaga idea di quel che si perde?

Tra Oxus e Issarte. Tajikistan e Pamir Highway

L'itinerario di agosto dedica ampio spazio alla Pamir Highway, una strada che si muove a oltre 3000 m di altezza e costeggia a lungo il corridoio del Wakhan.

Settembre 2020

Estremadura - Spagna

L'Estremadura fu, fino a pochi decenni fa, una delle più dimenticate e povere regioni della Spagna. Paese di pastori e di porcari era noto solo per la miseria delle sue terre. Entrata a fare parte dell'Impero romano, divenne capitale della provincia di Lusitania (che comprendeva, oltre a gran parte dell'E., anche tutto il corso inferiore del fiume Tago, fino all'odierna Lisbona). Provincia di latifondo e di prosperità agricola, la Lusitania contò alcune delle più ricche e grandi città de ... [continua]

North Galles & Liverpool

La nostra scoperta del Regno Unito prosegue con il Galles del Nord, il Cheshire e la città di Liverpool: aree che non potrebbero essere più varie e differenti ma che distano pochi chilometri l'una dall'altra. E già in questo - nella notevole varietà di un viaggio pur breve - va indicato il primo aspetto interessante della nostra proposta.

Tolosa e Occitania

Non basta un solo viaggio in questa regione per goderne la magnifica complessità. Nei vasti querceti di queste colline, ora Quercy, ora Cevennes, si svolsero tre vaste insurrezioni popolari. La più nota fu l'eresia catara, stroncata dalla Chiesa con la Crociata detta degli albigesi (1209-1229).