Calendario partenze
 Calendario completo In collaborazione conIl Mulino  Cultura dei territori

Maggio 2019

La Guerra a Troia - Partenza

La rocca di Micene, il selciato segnato dai carri che conduce alla Porta delle leonesse. L'Argolide, terra degli Atridi e di orrende vendette. Il sacro nel santuario di Delfi. Gli ori micenei esposti al M. Nazionale. Un viaggio nel cuore delle città stato che mossero guerra a Ilio. E naturalmente il tempio (Partenone) divenuto segno di appartenenza della polis.

Andalusia

Andalusia: terra d'incontro, di sovrapposizioni. L'antica e fiera cultura locale, arricchita, turbata, mutata da influssi romani, visigoti, arabi, berberi... E una seconda Andalusia fantastica, quasi ottocentesca, confusa nel più vasto fenomeno dell'Orientalismo. Come in un avvincente giallo la guida di Franco Cardini promette di scoprire molte delle tante Andalusie. Un contributo importante alla lettura di una terra complessa e affascinante.

Settembre 2019

Gerusalemme

Gerusalemme: non consente programmazioni molto anticipate. Come il Libano e la Giordania, anche Gerusalemme va scelta utilizzando una di quelle finestre che si aprono con frequenza nel Vicino Oriente e con altrettanto rapidità si chiudono. Oggi, molti di quelli che noi giudichiamo essere indicatori sensibili, ci dicono che Gerusalemme gode di un momento di stabilità e che può essere ripreso il progetto pensato nel 2014 con la società editrice IL MULINO – poi abbandonato per la gravità del ... [continua]

L'Impero austro-ungarico cento anni dopo: Vienna e Budapest

1866: battaglia di Sadowa. Il sorgere della potenza prussiana pone fine a ogni sogno austriaco. Vienna asburgica, capitale di un impero che non seppe unire la Germania e che visse fino al 1866 una sorta di ambivalenza ideale: europea ma non occidentale, orientale ma di lingua tedesca. La Vienna successiva alla guerra Austro-Prussiana (1866): quella che vide sfuggire la vocazione germanica e si lanciò a Est pur sapendo che anche l'Oriente verso cui premeva era una precaria avventura, destinata ... [continua]

Ottobre 2019

Longobardi

Questa piccola stirpe immigrata con la violenza nella penisola nel 568/569 fu capace di occuparne una buona parte fondandovi dominazioni politiche destinate a durare un paio di secoli al Nord e circa cinque al Sud, aprendosi alla cultura romana e cristiana e infine fondendosi con la popolazione autoctona fino a formare una società nuova e dai tratti originali.