Corsi Approfondimenti Newsletter Chi siamo Viaggi

Mao Zedong: dal 1927 alla Rivoluzione Culturale

Con Stefano Cammelli

Quando
gennaio 11, 14, 18, 21, 25 - ore 18.
Come
Diretta on-line: 40’ di lezione + 20’ di domande.
Differita: registrazioni disponibili fino a 30 giorni dalla fine del corso.
Costo
120,00 €

Geniale, abile, spregiudicato, pericoloso. Solo.
Infiniti sono i giudizi su Mao Zedong, l’uomo che guidò il Partito Comunista Cinese fino alla proclamazione della Repubblica Popolare, e poi - con alterne vicende - nel ventennio successivo. Come guidò il Partito, come trattò gli alleati e i più stretti collaboratori; come seppe, nella disastrata Cina degli anni Venti, costruire a poco a poco un’organizzazione granitica e vincente resta uno dei più grandi interrogativi della storia contemporanea.
Su una cosa sono tutti concordi: Mao fece politica alla cinese, trasferì il dibattito sulla Rivoluzione socialista in Cina. Adattò alle campagne cinesi un programma che era nato pensando alle folle di operai di Manchester e Liverpool. Negli scritti e nei comportamenti di Mao emerge molto di più di una personalità complessa: emerge la società contadina cinese, coi suoi punti di forza e le sue debolezze.