Corsi in diretta Lezioni Audioviaggi
Lampi di cultura

Serbia, Studenica

Il Monastero di Studenica, situato nel distretto di Raška della Serbia centrale, è il più grande e ricco di tutti i monasteri ortodossi della Serbia. Venne fondato vicino al fiume Studenica alla fine del XII secolo da Stefan Nemanja, noto anche come San Simeone, fondatore dello stato serbo in epoca medioevale. I suoi resti, così come quelli di sua moglie Anastasia e del primo re serbo, Stefano Prvoven?ani, riposano in questo monastero. È in questo luogo che nel 1219 il figlio più giovane di Stefan Nemanja, San Sava Nemanji?, fondò la Chiesa Ortodossa Serba indipendente e scrisse la prima opera letteraria in lingua serba. Il complesso, protetto da un muro circolare con due cancelli fortificati, ospita diversi monumenti tra i quali i più rilevanti sono la Chiesa della Vergine e la Chiesa del Re che custodiscono un'inestimabile collezione di dipinti bizantini del XIII-XIV secolo.

La Chiesa della Vergine, un vero e proprio modello per tutte gli altri edifici religiosi della regione, è stata costruita secondo lo stile europeo orientale della scuola di Raška, una compenetrazione di stile romanico e bizantino. L'esterno della chiesa, ad unica navata sormontata da una cupola, rimanda alle cattedrali romaniche costruite in Italia mentre l'interno presenta nelle cappelle e nei santuari affreschi influenzati dalla pittura monumentale diffusasi in Europa orientale dopo il sacco di Bisanzio ad opera dell'esercito crociato (Quarta crociata, 1204).

Questi dipinti sono caratterizzati da una nuova concezione dello spazio e dell'espressività delle figure e rappresentano una pietra miliare sia per l'arte bizantina sia per quella occidentale.

La Chiesa del Re venne invece fondata nel 1314 dal re di Serbia Milutin che commissionò ai rinomati pittori di Salonicco, Michele ed Eutico, gli affreschi che ancor oggi arricchiscono le mura della chiesa.

Secondo molti storici dell'arte sarebbe proprio alla corte di re Milutin che i due artisti di Salonicco raggiunsero la loro massima maturazione artistica: il loro capolavoro,le Storie della vita della Vergine Maria eseguito a secco, è tra le opere più significative dell'arte bizantina per le sue forme, per la resa volumetrica dei volti, così come per i colori vivaci, le ombre e le luci.

Conway SRL | Piazza San Domenico, 2 40124 Bologna
PIVA 04166850372 CF 02464170378
Tel. 39051.233.716 Fax: 39051.220.723