Lampi di cultura

India, Gujarat, Champaner

Città abbandonata, circondata tutto intorno dalla jungla, a circa 45 km da Baroda.

Il sito, e la vicina collina fortificata di Pavagadh Hill che domina Champaner, furono la fortezza del locale signore Rajput, fino alla conquista da parte del Sultanato del Gujarat avvenuta nel 1484.
Il Sultano vittorioso, Mahmaud Begada, volle costruire in Champaner la capitale meridionale, in contrapposizione a Ahmadabad. In realtà la città servì raramente come capitale meridionale. Conquistata dal secondo imperatore Moghul - Humayun - nel 1535, la città scivolò in un lento declino e, infine, venne abbandonata.
Trasformata in parco archeologico nel 2004 è entrata a fare parte della lista UNESCO World Heritage. Da una quindicina di anni è al centro di numerosi progetti turistici.