Corsi in diretta Lezioni Audioviaggi
Lampi di cultura

Kirghizistan, Il territorio

KIRGHIZISTAN: il territorio 

Repubblica indipendente dell'Asia centrale, confina a nord con il Kazakistan, a est con la Cina, a sud con la Cina e il Tagikistan, a ovest con l'Uzbekistan. Ex repubblica dell'Unione delle repubbliche socialiste sovietiche il Kirghizistan, con una superficie di 198.500 kmq, è un paese quasi interamente montuoso e soggetto a frequenti terremoti; gli insediamenti e l'attività agricola sono quindi concentrati nelle valli, lungo il corso dei fiumi. Biškek, chiamata Frunze fino al 1991, è la capitale e la città più estesa dello stato.

Territorio
Il territorio del Kirghizistan corrisponde alla regione che si estende nel punto di intersezione tra i due sistemi montuosi centroasiatici del Tian Shan e del Pamir, formati da rilievi che si snodano principalmente in direzione est-ovest. La cima più elevata del paese è il Pik Pobedy (in russo "vittoria") che con un'elevazione di 7439 m era, per altitudine, la seconda vetta dell'URSS. Oltre la metà del territorio si estende ad altitudini superiori ai 2500 m e comprende numerose vette perennemente innevate.
La rete idrografica presenta soltanto bacini chiusi. Il paese è attraversato dal Naryn, da altri affluenti del Syrdarja e da numerosi corsi d'acqua che scorrono nelle regioni settentrionali per poi disperdersi nelle aree desertiche e semidesertiche del Kazakistan meridionale. Numerosi sono i laghi, dei quali il più vasto è l'Issyk-Kul.
Il clima è continentale, ma caratterizzato da notevoli variazioni; nelle valli, dove le precipitazioni sono scarse, l'estate è calda e asciutta e si registra una temperatura media compresa fra i 25 °C e i 27 °C che a gennaio scende a -4 °C. Gli inverni sono invece molto freddi e, nella capitale, si possono raggiungere medie mensili di -13 °C.
La steppa è la formazione vegetale dominante del paese. Sui versanti montuosi crescono foreste di conifere e latifoglie, mentre solo il 7% del territorio può essere coltivato. La fauna comprende numerose e rare specie animali, protette da leggi governative, come l'orso del Tien Shan, il lupo rosso e il leopardo delle nevi.

Popolazione
Il Kirghizistan ha una popolazione di 4.484.500 abitanti (1992), il 40% dei quali vive nei distretti urbani, e una densità media di 22 unità per kmq. La popolazione si concentra perlopiù nella valle di Fergana, a sud-ovest, e lungo il corso del fiume Chu, a nord. Le due città principali sono la capitale, Biškek (631.300 abitanti nel 1991) e Osh. Le lingue più diffuse sono il kirghiso e il russo, e la religione maggiormente professata è quella musulmana.
I kirghizi rappresentano il 52% della popolazione, per il resto costituita da russi (22%) – che vivono principalmente nella capitale e in altri centri industriali e rappresentano la minoranza più numerosa – uzbeki (13%), concentrati perlopiù nella valle di Fergana, ucraini, tatari e tedeschi. Le tensioni fra uzbeki e kirghizi per la distribuzione di terre e case sfociò, nel 1990, in violenti scontri che causarono la morte di oltre 200 persone.